La Mappa di Laboratorio Civico Torino

La Mappa di Laboratorio civico è un pezzo fondamentale della piattaforma partecipativa che il Laboratorio sta costruendo. Il modello prevede momenti di confronto reale fatti di incontri individuali, di gruppo, assembleari e una serie di strumenti digitali utili a registrare ed organizzare in modo trasparente le istanze e le idee emerse. La mappa è il primo strumento davvero pubblico di Laboratorio Civico che assume così una fisionomia più chiara di associazione che si propone di lavorare sulla complessità della città reale per elaborare idee e strategie utili al suo rilancio. La nostra proposta sarà un insieme di azioni di ascolto e di elaborazione e cercherà di tenere assieme le competenze con i bisogni, il realismo dei bilanci con la forza della fantasia. Il risultato del nostro lavoro non sarà un programma nel senso che non necessariamente risolverà tutte le contraddizioni che sicuramente emergeranno. I programmi che si confronteranno alle elezioni saranno quelli dei candidati e delle loro coalizioni il nostro vuole essere un lavoro di confronto, produzione di idee e sintesi quando possibile. La Mappa è una sorta di contenitore quasi neutrale. Quasi neutrale perché è aperta a qualsiasi intervento costruttivo ma moderata e orientata attorno agli obiettivi strategici largamente condivisi che il Laboratorio Civico Torino ha elaborato nei mesi passati. Quello che proponiamo è un processo aperto e continuamente in via di ridefinizione in cui il nostro stimolo iniziale ha il significato di innescare il confronto. Gli elementi di rigidità e la struttura organizzativa del discorso sono paletti necessari, una sorta di bussola, che dovrà permettere di aggregare con semplicità contributi parziali di provenienza diversa. La moderazione sarà svolta principalmente dai tavoli tematici che sono ovviamente aperti al contributo di tutti e che si faranno carico di mantenere una ragionevole coerenza dei contenuti e la loro riferibilità agli assi strategici che ci siamo dati.